Portavoce alla
Camera dei Deputati
per il Movimento 5 Stelle


Maria Pallini

Partecipa. Scegli. Cambia.

riflessioni politiche

Sul caporalato insieme al premier Conte

Sul caporalato, insieme al premier Giuseppe Conte, a tutela dei braccianti

Le parole del presidente Conte sulla lotta al caporalato confermano che questo governo sta andando nella giusta direzione che noi condividiamo e appoggiamo in pieno: combattere il lavoro nero e assicurare condizioni dignitose ai braccianti agricoli per evitare situazioni di degrado nei campi e nei ghetti dove spesso ad arricchirsi sono le organizzazioni mafiose.

Il presidente ha sottolineato che la legge per cercare di arginare il fenomeno c’è e bisogna fare il possibile perché sia applicata allo scopo di rafforzare il quadro delle tutele previste nella legge.

Lavoreremo, quindi, in Parlamento per fare in modo che l’attenzione della politica su questo fenomeno non si riduca dopo che i riflettori si saranno spenti sui tragici fatti avvenuti in Puglia.

I “Pallini” del giornalista Feola

Mi è piaciuto titolare ironicamente questo post (un po’ lungo ma da leggere tutto d’un fiato, mi raccomando!) “I Pallini del giornalista Feola” per sintetizzare al meglio il contenuto di questa replica in attesa che venga domani, quando inoltrerò al direttore responsabile di Primativvù/Telenostra una formale richiesta di rettifica all’articolo “Le palle della Pallini” (che trovate qui -> https://goo.gl/hbWazs).

Oggi – ahimè! – mi tocca puntare l’attenzione sul fenomeno ormai, purtroppo, dilagante della cattiva informazione, resa da certa stampa (politicizzata?) in dispregio dell’elementare regola deontologica della professione giornalistica della verifica delle notizie. Quello che segue, infatti, è il classico caso di disinformazione in sala nostrana.

Da un giornalista come Feola che conosciamo solo adesso in verità – e di questo ce ne scusiamo con l’interessato… Mancanza nostra! – ma che vanta un lungo curriculum diviso tra ambito politico, Enti di servizio e giornalismo (facilmente reperibile in rete -> https://goo.gl/hStS2E) ci saremmo aspettati un’attività di fact-checking prima di avventurarsi in un improbabile, perché pieno di inesattezze, commento ad un mio comunicato stampa diramato nella giornata di ieri (potete leggerlo qui -> https://goo.gl/sEDTus). Giacchè la verifica non l’ha fatta lui, la farò io… ma del suo pezzo giornalistico!

1) “Una delle regole basilari di un buon ufficio stampa è quella di chiedersi, prima di inviare un comunicato, se serva a qualcosa, se serva a dare una notizia. Non deve averlo fatto la deputata del M5S Pallini che ieri ha diramato forse la sua prima dichiarazione ai giornali”: A. il mio comunicato stampa è servito a dare notizia della presenza anche di una parlamentare irpina, con delega specifica per il M5S alle crisi aziendali, in un’importante riunione con il Ministro delle Attività Produttive, del Lavoro e delle Politiche Sociali, riunione che, visti gli alti contenuti programmatici, ha trovato spazio su tutti i giornali nazionali (a Feola consiglio di fare un po’ di rassegna stampa!); B. il “nostro” si è forse distratto un attimo perché di certo questa non è la mia prima dichiarazione a mezzo stampa, avendo fatto una campagna elettorale per le politiche di marzo 2018 e sedendo nei banchi della Camera dei Deputati dal 23 marzo, giorno dell’insediamento del Parlamento. (Reitero il consiglio: sfogli un giornale o guardi un tg locale qualche volta!).

2) “Per farci sapere che il Ministro dello Sviluppo Economico, dopo tre mesi di cincischio, ha finalmente riunito un tavolo per affrontare le crisi IIA, Ipercoop, MercatoneUno? Che si è decisa, lei che di prerogative in quanto parlamentare ne ha molte, ad interrogare il Governo su quando e come intenda muoversi per affrontare queste vertenze? No.”: ricordo al buon Feola che il Governo si è formato venerdì 1 giugno, cioè 15 giorni fa, sabati e domeniche compresi! O possediamo una bacchetta magica oppure è umanamente impossibile risolvere in 2 settimane problemi complessi maturati in anni e anni… Rammento al “nostro” che la scorsa legislatura, di cui faceva parte anche l’editore della testata giornalistica per cui lavora, è durata ben 5 anni e avrebbe potuto/dovuto portare a casa i risultati che adesso si pretende siano raggiunti in 10 giorni! Si abbia la pazienza di farci lavorare!

3) “La deputata portavoce cittadina ha diramato un comunicato per raccontarci di una banale riunione conoscitiva con il neoministro Di Maio, e che costui ha annunciato, nientedimeno, che consentirà ai deputati del territorio di partecipare come uditori ai tavoli presso il Mise. Evidentemente la Deputata Pallini non sa che da tempo i parlamentari partecipano ai tavoli che trattano le vertenze del proprio territorio. Non è una novità”: ed è qui che il “nostro” dà il meglio di sé asserendo che i parlamentari possano essere presenti alle riunioni sulle crisi aziendali organizzate presso il Ministero dello Sviluppo Economico. Niente di più falso! Nel lontano 2015 un atto di indirizzo dell’allora ministra Federica Guidi ha stabilito che la partecipazione fosse “riservata unicamente alle parti direttamente interessate, ovvero alle Aziende, alle Organizzazioni sindacali e alle istituzioni territoriali competenti”. Dunque, la direttiva del Ministro Di Maio, datata 6 giugno 2018, che consente la partecipazione di 4 parlamentari (2 di maggioranza e 2 di opposizione) in qualità di uditori alle riunioni presso il Mise, è diametralmente opposta alla prassi in uso fino ad ora (e per venire a conoscenza anche di ciò bastava fare un po’ di rassegna stampa!).

4) “Sarebbe una notizia, invece, se costei cominciasse a dire all’Irpinia cosa ha fin qui prodotto per sostenere i lavoratori della ex Irisbus, della IIA, della Ipercoop; quali gli atti di sindacato ispettivo che ha presentato; quali le iniziative che ha assunto”: vedi punto 2).

5) Con la stessa ironia del “nostro” buon Feola concludo prendendo in prestito proprio le sue parole: da un giornalista di lungo corso che si propone come commentatore di fatti politici “ci aspettiamo qualcosa in più del fumo negli occhi e di un po’ di palle a mezzo stampa”.

Buona domenica a tutti! 😉😘⭐