Portavoce alla
Camera dei Deputati
per il Movimento 5 Stelle


Maria Pallini

Partecipa. Scegli. Cambia.

comunicati stampa

IAA, Pallini ( M5S): MISE e Invitalia sbloccano stipendi dei lavoratori

“L’impegno del ministro Di Maio e di tutto il Dicastero dello Sviluppo economico sta dando i suoi frutti”, così la deputata del Movimento 5 Stelle, Maria Pallini, a proposito della notizia diffusa in queste ore dello sblocco degli stipendi per i lavoratori dell’Industria Italiana Autobus per agosto e del conseguente pagamento dei prossimi mesi, come già annunciato in sede ministeriale il 10 settembre 2018.

“Come ribadito dalla stessa Invitalia, nonostante la grave crisi finanziaria e manageriale nella quale versa la IIA, si è proceduto a sollecitare ed indurre i soggetti pubblici debitori della stessa Industria Italiana Autobus a saldare alcune fatture ed anticipare il pagamento di altre non ancora scadute per garantire il pagamento degli stipendi arretrati ai lavoratori dell’azienda” – continua la portavoce pentastellata.

“L’attività che si sta portando avanti in questi mesi è finalizzata ad assicurare un futuro diverso alla produzione di IIA nelle sedi di Bologna e Flumeri, nonché una piena prospettiva occupazionale. In quest’ottica Invitalia ha valutato con le istituzioni interessate la proroga delle richieste di fideiussioni fatte nei confronti di Industria Italiana Autobus per le commesse aggiudicate. Si continua a lavorare a ritmo serrato per chiudere la vertenza nel migliore dei modi possibili” – conclude la parlamentare Pallini.

Maria Pallini (HD)

Accorpamento P.O. Landolfi al Moscati, Pallini: depositata interrogazione

Accorpamento del Presidio Ospedaliero “Landolfi” di Solofra all’Azienda “Moscati” di Avellino: è questo l’oggetto dell’interrogazione a risposta scritta che la parlamentare del Movimento 5 Stelle, Maria Pallini, ha indirizzato al Ministro della Salute, Giulia Grillo, sollecitata dagli attivisti della città della concia.

“Il decreto del commissario ad acta – dichiara la deputata avellinese – con il quale si stabilisce una riorganizzazione delle strutture ospedaliere con conseguente annessione, a partire dal 1 ottobre, al Moscati di Avellino del Landolfi di Solofra sta creando non poche preoccupazioni tra i cittadini di un territorio che include un bacino di utenza di circa 100.000 abitanti delle valli del Sabato e dell’Irno”.

“Ad oggi – continua la portavoce pentastellata – da più parti è stato evidenziato uno stato generale di confusione in merito al processo di accorpamento, nella programmazione delle unità di personale ausiliaro, infermieristico e medico da dislocare. Inoltre, secondo alcune notizie diffuse dalla stampa in queste settimane, ci sarebbero problemi di sicurezza e agibilità della struttura di Solofra”.

“Nell’atto di sindacato ispettivo chiediamo quali iniziative, per quanto di competenza e anche per il tramite del commissario ad acta per l’attuazione del piano di rientro dai disavanzi sanitari, il Ministro Grillo intenda valutare di porre in essere al fine di assicurare il diritto alla salute, costituzionalmente garantito, in quanto a seguito dell’accorpamento si potrebbe produrre un depotenziamento dei servizi sanitari resi e, in definitiva, un peggioramento repentino della capacità di rispondere efficacemente alla domanda di cura proveniente dal territorio” – conclude Pallini.

 

Di seguito il link all’interrogazione: http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=4/01130&ramo=CAMERA&leg=18

Ipercoop, Pallini: passi in avanti ma ora i lavoratori devono valutare

 

Presente al tavolo tecnico svoltosi ieri pomeriggio presso il Ministero dello Sviluppo economico sulla vertenza dell’Ipercoop di Avellino la parlamentare del Movimento 5 Stelle, Maria Pallini, che esprime cauto ottimismo per i passi in avanti registrati nella trattativa tra le aziende coinvolte e i lavoratori.

“Il piano industriale presentato dal gruppo calabrese prevede sì esuberi ma anche incentivi all’esodo volontario e all’autoimprenditoria, oltre alla garanzia di assunzione di gran parte degli ex dipendenti della struttura avellinese – commenta la deputata pentastellata. – Credo che i lavoratori, adesso che è tutto nero su bianco, riescano a fare una valutazione approfondita e serena sullo scenario che potrebbe profilarsi al loro orizzonte. Continueremo ad impegnarci per trovare la soluzione migliore possibile in queste settimane che ci separano dal prossimo vertice al Mise già programmato per il 5 ottobre”.

Finanziamenti europei, Maria Pallini: come non sprecare altre occasioni

“Finanziamenti europei: un’occasione per l’Irpinia” è il titolo del convegno promosso dalla parlamentare del Movimento 5 Stelle, Maria Pallini, in programma per domenica 23 settembre, a partire dalle ore 17.30, presso il Circolo della Stampa di Avellino.

“Si tratta – esordisce la deputata pentastellata – di un’occasione di approfondimento sulle diverse possibilità di finanziamenti, provenienti dalla UE, di idee e progetti che altrimenti non troverebbero risorse per essere realizzati e che potrebbero rilanciare i territori e l’occupazione”.

“Gli stanziamenti europei – afferma la portavoce avellinese – sono tanti ma vanno intercettati, spiegati ai potenziali destinatari e utilizzati per non perderli. Nel 2017 l’Italia ha speso effettivamente solo il 5,6% dei fondi a disposizione contro una media UE complessiva del 10,5%. E’, dunque, importante conoscere questi strumenti per farne buon uso e per partecipare ai bandi aperti, finalizzati a specifici obiettivi”.

“Sono contenta – conclude Pallini – che al tavolo con me ci saranno importanti relatori come il professore Carmine de Angelis, assessore ai Fondi Europei del Comune di Avellino, la consigliera regionale M5S Maria Muscarà, da sempre in prima linea nella divulgazione delle pratiche europee, la senatrice M5S Sabrina Ricciardi, componente della Commissione Politiche Europee, Luca Antonio Pepe, Francesco Nappi e Sergio Facchini dell’associazione Europportunity Campania che si occupa di europrogettazione”.

 

Decreto Dignità, Maria Pallini: domenica gazebo a Banzano di Montoro

La seconda tappa del tour Decreto Dignità, promosso dalla parlamentare del Movimento 5 Stelle Maria Pallini, capogruppo in Commissione Lavoro, ed inaugurato ad Avellino il 9 settembre alla presenza del segretario dell’Ufficio di Presidenza della Camera dei Deputati Alessandro Amitrano, si terrà domenica 23 settembre, dalle ore 11 alle ore 13, a Banzano frazione di Montoro in collaborazione con gli attivisti locali.

“Così come annunciato nei giorni scorsi – afferma la portavoce pentastellata – proseguiranno gli incontri sui territori al fine di diffondere ed approfondire i contenuti del Decreto Dignità approvato prima della pausa estiva. Sto ricevendo molte richieste a dimostrazione dell’interesse da parte dei cittadini. Questa volta sarò a Banzano di Montoro per partecipare ad un gazebo informativo organizzato dagli attivissimi componenti del gruppo locale”.

“Queste iniziative – continua la deputata avellinese – sono estremamente importanti in quanto il provvedimento influisce notevolmente sulla vita degli italiani, soprattutto sul presente e il futuro dei giovani che troppo spesso vengono sfruttati da un sistema di lavoro precario insopportabile”.

“L’impegno di questo Governo e del Ministero del Lavoro Di Maio – sostiene la portavoce avellinese – va nella direzione giusta e cioè in quella del superamento di un modello di occupazione troppo flessibile che finora ha favorito la disgregazione di nuclei familiari e sociali e l’incertezza perenne”.

Decreto Dignità: parte da Avellino un mini-tour

Parte da Avellino una serie di incontri con i cittadini promossi dalla deputata del Movimento 5 Stelle, Maria Pallini, per dare informazioni dettagliate sul Decreto Dignità approvato in via definitiva agli inizi di agosto.

Numerose, infatti, sono le novità in tema di lavoro a seguito dell’approvazione di questo provvedimento che ha quattro punti cardine tesi a migliorare la qualità della vita degli italiani: lotta al precariato, riduzione delle delocalizzazioni aziendali che impoveriscono il sistema produttivo nazionale, contrasto all’azzardopatia, sburocratizzazione a vantaggio delle imprese.

“Dopo la soddisfazione per il risultato raggiunto – dichiara la portavoce pentastellata – e anche per l’inserimento nel testo definitivo di alcuni miei emendamenti sui contratti di somministrazione e sulla disciplina dei cosiddetti ‘presto’, è tempo di informare direttamente i cittadini del contenuto di questo importante provvedimento in tema di lavoro”.

“La propaganda delle opposizioni – continua la parlamentare avellinese – tenta di confondere le acque diffondendo statistiche preoccupanti circa la diminuzione del numero degli occupati. Peccato siano da riferirsi al periodo del precedente Governo”.

“Noi del Movimento 5 Stelle crediamo sia giunta al capolinea l’epoca delle mere cifre, fredde e distanti dalla realtà. Continueremo sulla strada tracciata per la ripresa economica del Paese. Dalla prossima settimana andranno a pieno regime i lavori parlamentari e nei prossimi mesi saremo impegnati a concretizzare punti importantissimi del contratto: dal reddito di cittadinanza alla flat tax, dal superamento della Legge Fornero al taglio alle pensioni d’oro. Questo è l’impegno del Governo del Cambiamento” – conclude la deputata Pallini.

Quindi, l’appuntamento è per domenica 9 settembre, a partire dalle ore 11, lungo Corso Vittorio Emanuele II (angolo via Dante), dove sarà allestito un gazebo informativo che vedrà la partecipazione del segretario di Presidenza della Camera dei Deputati, Alessandro Amitrano.

Biodigestore di Chianche: Pallini, chiesto il progetto al sindaco

Come annunciato nei giorni scorsi, la parlamentare del Movimento 5 Stelle Maria Pallini fa sapere di aver prodotto una richiesta di accesso agli atti indirizzata al sindaco del Comune di Chianche, Carlo Grillo, in merito alla realizzazione del biodigestore.

“Parliamo di una zona in cui si produce il pregiato Greco di Tufo, vino DOCG riconosciuto a livello mondiale. Zona che dovrebbe essere oggetto di una maggiore valorizzazione anziché essere mortificata dall’ipotesi di costruzione di un impianto di trattamento rifiuti. Non dobbiamo consentire che le nostre eccellenze enogastronomiche siano anche solo sfiorate dal rischio derivante da un eventuale inquinamento delle falde acquifere, del suolo e del sottosuolo” – così la deputata avellinese.

 

“Ieri il Ministro dell’Ambiente Costa, in visita in Campania nella giornata di lunedì, a proposito della gestione dei rifiuti ha rilanciato la necessità di puntare sul compostaggio, di prossimità e di piccole dimensioni, quale step fondamentale della filiera di trattamento. Altro passaggio chiave deve essere poi l’ascolto dei territori e la condivisione con i cittadini delle scelte che vanno ad incidere fortemente sulla qualità della vita delle comunità” – rilancia la portavoce pentastellata.

 

“Proprio per questo auspico che si apra una nuova fase a Chianche, di confronto con la popolazione e le amministrazioni del comprensorio, da un lato, e di tutela dell’ambiente e dei prodotti pregiati che sorreggono l’economia locale, dall’altro” – conclude la deputata Pallini.

Tempo di restituzioni

È tempo di restituzioni. Da cittadina nelle Istituzioni sono davvero molto contenta di dare un contributo concreto a favore delle piccole e medie aziende che rappresentano la spina dorsale del tessuto produttivo italiano.

L’economia “gira” anche e soprattutto grazie a quei micro-imprenditori che scommettono su se stessi, su un’idea-progetto innovativa, sul loro futuro, mettendoci la faccia nei territori di appartenenza e rischiando in proprio. A loro la politica deve dare risposte e sostegno. Il MoVimento 5 Stelle lo fa da ben 5 anni.

Invito i parlamentari delle altre forze politiche a fare lo stesso: gli estremi per procedere sono nel riquadro verde! 😅

Buona restituzione a tutti! 🌟🌟🌟🌟🌟

Maria Pallini eletta capogruppo del M5S in Commissione Lavoro

Maria Pallini (HD)

 

La deputata Maria Pallini è stata eletta oggi capogruppo del Movimento 5 Stelle in Commissione XI Lavoro pubblico e privato della Camera. L’esito è giunto al termine delle votazioni tra i 16 componenti pentastellati.

«Ringrazio tutti i miei colleghi per la fiducia che hanno riposto in me ed in particolare Davide Tripiedi che mi cede il testimone, avendo ricoperto finora questo ruolo con efficacia e responsabilità. Il tema del lavoro in tutte le sue declinazioni, le crisi aziendali che investono le realtà produttive in Italia, le vertenze sindacali da sbloccare e il rilancio di politiche attive in materia occupazionale sono al centro della agenda di Governo con il Ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, in primissima fila».

«Dai banchi della Commissione prima e dell’aula di Montecitorio poi porteremo le difficoltà degli italiani all’attenzione del Parlamento, con la determinazione di voler risolvere i problemi dei cittadini costretti troppo spesso a vivere in condizioni di estremo disagio proprio a causa della mancanza di lavoro o di una sua precarietà. I dati diffusi oggi dall’Istat fotografano una situazione estremamente preoccupante: 5 milioni di italiani hanno superato la cosiddetta soglia della povertà. Lavoreremo per un’inversione della rotta, partendo dal reddito di cittadinanza che è una risposta concreta da mettere in campo al più presto “a sostegno delle fasce maggiormente colpite dalla recente prolungata crisi occupazionale”, come affermato anche dal Procuratore Generale della Corte dei Conti”».

«In questo scenario non mancherà certo un mio contributo per le questioni annose che toccano l’Irpinia e che finora non hanno trovato soluzione adeguata a garantire i livelli occupazionali e produttivi. Penso all’Industria Italiana Autobus, all’Ipercoop. Come capogruppo M5S in Commissione XI sarò impegnata nei tavoli istituzionali con spirito propositivo e collaborativo al fine di migliorare la qualità della vita dei lavoratori e delle lavoratrici che combattono con dignità per il rispetto dei loro diritti»

Un filo che lega Bologna e Avellino

Grande vicinanza del nostro ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio al comparto dei trasporti e della mobilità su gomma. Un filo che lega Bologna ad Avellino con la vertenza aperta dell’Industria Italiana Autobus. Massima attenzione da parte del Governo!