Portavoce alla
Camera dei Deputati
per il Movimento 5 Stelle


Maria Pallini

Partecipa. Scegli. Cambia.

comunicati stampa

Autonomia differenziata: Pallini(M5S), si riparte dalla definizione dei LEP

In commissione affari regionali stiamo ascoltando il Ministro Boccia sulle autonomie.
L’idea di autonomia del nuovo governo è quella di partire dalla definizione dei LEP per garantire i livelli essenziali e giungere successivamente e gradualmente all’autonomia.
Necessario è non discriminare, non creare disuguaglianze e non spaccare l’Italia in due parti.

Il Ministro ci ha invitato come commissione competente a collaborare per la stesura di un decreto legislativo ad hoc.
Sono pronta a collaborare!

A breve avrete novità!
#m5s #affariregionali

Sequestro barriere sulla A16: Pallini(M5S), la manutenzione dovrebbe essere una priorità

Da avellinese ricordo bene il dolore vissuto dai familiari delle 40 vittime della strage del viadotto di Acqualonga. Un dolore che non passa, che resiste nel tempo e che si rinnova ogni volta che ci sono novità rispetto alle inchieste giudiziarie aperte all’indomani della tragedia del 2013.

In queste ore è stato disposto il sequestro preventivo delle barriere posizionate ai bordi di 12 viadotti lungo la A16 Napoli-Canosa tra le uscite di Baiano (Av) e Benevento e ci sono nuove iscrizioni nel registro degli indagati.

Al di là degli esiti della giustizia che farà il suo corso, è importante sottolineare come la manutenzione delle autostrade debba sempre essere una priorità per gli Enti preposti a garanzia della sicurezza e della incolumità delle persone.

Il Governo del Cambiamento, con il Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, è impegnato su questo fronte in maniera seria e concreta attraverso provvedimenti che puntano alla manutenzione delle autostrade, grazie allo stanziamento di nuovi fondi, e a maggiori controlli sulla sicurezza delle infrastrutture viarie italiane.

L’obiettivo è che vicende così drammatiche come quelle del viadotto di Acqualonga o del ponte Morandi non si ripetano mai più.

Per le info -> http://tiny.cc/20e45y

Caccia, la nota di Pallini e Cammarano (M5S): «La Regione Campania chiarisca le nomine negli ambiti territoriali, soprattutto per Avellino»

“Con un’interrogazione appena presentata alla giunta regionale chiediamo chiarimenti sulla legittimità delle nomine degli organi direttivi degli ambiti territoriali di caccia, in particolare quello di Avellino”, così il Consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano insieme alla deputata Maria Pallini.

“Negli ambiti territoriali, infatti – proseguono – devono essere per legge rappresentati tutti gli interessi coinvolti nello svolgimento delle attività venatoria, dai cacciatori agli agricoltori, dagli ambientalisti all’amministrazione pubblica e questo a tutela del più generale interesse pubblico verso i territori. Nel caso specifico, dalle notizie raccolte e dalle sollecitazioni ricevute da parte dei territori sembrerebbe che la Regione Campania, nella nomina dei componenti del comitato di Avellino, non abbia rispettato le prescrizioni nazionali e regionali a tutela della rappresentatività delle diverse componenti, con un forte sbilanciamento verso le categorie venatorie”.

“Escludere l’agricoltura e l’ambiente dalla gestione degli ambiti di caccia non è tollerabile visti anche gli interessi economici che derivano dalla gestione fondi regionali per i danni da fauna selvatica. Attendiamo dalla giunta una risposta concreta per chiarire la vicenda e ripristinare al più presto la legalità ove questa non sia stata rispettata” – concludono gli esponenti del M5S.

 

 

 

Legge Spazzacorrotti: Pallini(M5S), finalmente una legge vera contro la corruzione

Dopo la tre giorni dello scorso week-end dedicata al Decreto Fiscale e alle ricadute sulle imprese e sui territori, la parlamentare avellinese del Movimento 5 Stelle Maria Pallini torna in Irpinia per illustrare il provvedimento legislativo, approvato ieri alla Camera, ribattezzato “Spazzacorrotti”.

Per l’occasione gli attivisti pentastellati di Montoro hanno organizzato un gazebo informativo previsto per sabato 22 dicembre, a partire dalle ore 17, in piazza Mercato in frazione San Pietro. A seguire appuntamento alle 18.30 presso il Bar Ambrosia in via Santi Sabino e Romolo ad Atripalda per brindare all’approvazione del provvedimento e alle imminenti festività natalizie.

“Finalmente – esordisce la portavoce irpina – è stata approvata una legge che gli italiani attendevano da tempo e che contiene misure importanti di contrasto ai reati contro la pubblica amministrazione, sulla prescrizione del reato e sulla trasparenza dei partiti e movimenti politici”.

“Con questo provvedimento – continua la deputata – i cittadini onesti che lavorano nella legalità da oggi sapranno che c’è uno Stato che è dalla loro parte. Una delle nostre bandiere programmatiche è legge dello Stato e ne siamo più che mai orgogliosi”.

“Le forze dell’ordine – incalza Pallini – avranno tutti gli strumenti necessari per cogliere in flagranza di reato i ‘furbetti’ e grazie al Daspo si eviteranno in futuro altre potenziali illegalità. Il provvedimento contiene, inoltre, norme a favore della trasparenza in merito alle donazioni ai partiti o movimenti e alle fondazioni collegate ad essi”.

“Si concretizza una legge – conclude la parlamentare 5 Stelle – fortemente voluta dal ministro della Giustizia Bonafede che rappresenta una delle battaglie storiche del Movimento e che rafforza uno dei nostri cavalli di battaglia: l’onestà sarà la normalità. Finalmente”.

 

 

Imprese, fisco e territori: da venerdi in Irpinia con i portavoce del M5S

Una tre giorni all’insegna dell’approfondimento del decreto fiscale e delle nuove opportunità offerte ad imprese e cittadini, quella organizzata dalla deputata del Movimento 5 Stelle Maria Pallini, che si terrà da venerdì 14 dicembre a domenica 16 in Irpinia.

Otto Comuni della provincia di Avellino ospiteranno una delegazione di parlamentari, composta da Pasquale Maglione (Commissione Agricoltura), Giovanni Currò e Raffaele Trano (Commissione Finanze) interessati a conoscere il comparto produttivo del serinese-solofrano, fare il punto sulle vertenze lavorative locali, informare i cittadini sui contenuti del Decreto Fiscale e valorizzare le eccellenze del territorio. 
A fare gli onori di casa la parlamentare pentastellata, il cui intervento chiuderà il convegno intitolato “Il decreto fiscale: nuove opportunità per imprese e cittadini” che si terrà sabato 15 dicembre, alle ore 18, presso la Chiesa del Carmine in via Triggio ad Avellino e sarà moderato dalla giornalista Carmen Bochicchio.
“Il tema centrale – dichiara la capogruppo M5S in Commissione Lavoro – riguarda le ricadute delle misure contenute nel decreto fiscale sulle imprese e sui territori. Il nostro viaggio tematico inizierà venerdì mattina dal polo conciario di Solofra, duramente colpito dalla concorrenza del mercato cinese, per poi continuare nel serinese, dove visiteremo alcune aziende del settore delle castagne che ha ottenuto il marchio IGP grazie alle caratteristiche qualitative di pregio che ne fanno un’eccellenza mondiale. Chiuderemo la giornata con un incontro con i cittadini attivi di Montoro, chiamati al voto la prossima primavera”.
“Nella mattina di sabato 15 – continua la portavoce avellinese – presso il Circolo della Stampa daremo vita ad una tavola rotonda assieme ai lavoratori dell’ex Isochimica, di FCA e IIA al fine di condividere gli ultimi aggiornamenti delle vertenze e le possibili soluzioni delle questioni ancora aperte”.
Domenica mattina, invece, spazio al confronto diretto con i cittadini di Mercogliano: insieme al gruppo locale, lungo viale San Modestino n. 40, sarà allestito un infogazebo per diffondere i contenuti del decreto fiscale. Durante il week-end non mancheranno visite ad alcune eccellenze dell’Irpinia come il borgo di Summonte, riconosciuto tra i più belli d’Italia, e le cantine Caggiano di Taurasi.
“Sono molto contenta di questo tour alla cui organizzazione hanno partecipato attivamente i gruppi locali, oltre ai miei collaboratori, perché consentirà ai miei colleghi di visitare il nostro bellissimo territorio che ha punti di forza notevoli che andrebbero soltanto valorizzati. Inoltre sarà un’occasione importante per informare i cittadini e le imprese di quanto il Governo e la maggioranza che lo sostiene, a partire dal Movimento 5 Stelle, stanno facendo per migliorare la qualità della vita degli italiani e delle imprese, vera spina dorsale del sistema economico-produttivo del Paese”.

Risoluzione in Commissione Lavoro su FCA: Pallini(M5S), mercoledi 21 novembre la discussione

La deputata del Movimento 5 Stelle, Maria Pallini, fa sapere che mercoledì 21 novembre è prevista la discussione in Commissione Lavoro, in cui è capogruppo, della risoluzione presentata dalla collega Enrica Segneri in merito alla preoccupante condizione della filiera automobilistica italiana e, nello specifico, di FCA.
“Visto il mio impegno diretto nelle problematiche inerenti lo stabilimento di Pratola Serra – esordisce la parlamentare avellinese – ho sottoscritto con estrema convinzione questa risoluzione che impegna il Governo ad assicurare la salvaguardia dei livelli occupazionali in tutte le realtà produttive del gruppo automobilistico”.
“Nel testo presentato – continua la portavoce pentastellata – viene messa in evidenza la grave crisi che da qualche anno sta attraversando lo stabilimento irpino con numeri da capogiro in riferimento alle giornate di cassa integrazione ordinaria/straordinaria e ai contratti di solidarietà. Per non parlare poi della fine della produzione dei motore a diesel, prevista per il 2022”.
“Secondo i dati ufficiali dell’associazione nazionale Filiera Automobilistica, il mercato interno avrebbe subito un calo attorno al 25% nel mese di settembre 2018. Tale andamento, in mancanza di un piano alternativo industriale per i prossimi decenni, potrebbe significare l’inizio di una fase complicata per tutto il comparto. Oggi più che mai occorre verificare l’efficacia del ricorso agli ammortizzatori sociali e costruire le condizioni per un progetto industriale qualificante con la sinergia di tutte le parti in causa” – conclude la Pallini.

Stazione Hirpinia: Pallini (M5S), massimo impegno per blindare il progetto

Nella giornata di ieri ho raccolto tutte le preoccupazioni espresse dalle comunità a seguito della diffusione del parere approvato dalla Commissione 8^ del Senato sull’atto del Governo n. 46 riguardante lo Schema di contratto di programma 2017-2021 – Parte investimenti tra il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e Rete ferroviaria italiana spa.

Con senso di responsabilità, ho subito voluto fare un sopralluogo recandomi, di pomeriggio, nella zona destinata ad ospitare la stazione Hirpinia per capire i punti di forza e di eventuale debolezza di un progetto che quella parte di territorio attende da anni quale occasione concreta di sviluppo.

Ebbene, al di là dell’osservazione non vincolante contenuta nel documento, è fuori di dubbio che la stazione così come prevista nel progetto sia da realizzare a tutto vantaggio non solo di quel pezzo di territorio, finora non valorizzato, ma delle aree interne che da Avellino e Benevento si affacciano sulla Puglia. Un’altra e diversa collocazione non avrebbe lo stesso senso e lo stesso impatto, sostanziandosi, questa sì, in una potenziale cattedrale nel deserto che davvero non possiamo permetterci per tempi e costi, considerato anche lo stato di avanzamento dell’iter progettuale.

Da ieri sono costantemente impegnata affinché non vi siano più incertezze sulla stazione Hirpinia, al di là di un’analisi sui costi/benefici del progetto che tutt’al più potrebbe comportare una maggiore razionalizzazione delle risorse e un maggior controllo di spesa in fase di realizzazione.

Una strategia politica lungimirante di rilancio del Sud Italia cosiddetto interno passa necessariamente attraverso investimenti pubblici nelle reti infrastrutturali e nel sistema di trasporto di uomini e merci a servizio dei cittadini, degli operatori economici e di un’area industriale per la quale sono previsti interventi di logistica.

Per questo ritengo che non si possa tout court considerare sperpero di denaro pubblico l’impiego di risorse soprattutto laddove risultino essere utili alla rivitalizzazione di un territorio caratterizzato da spopolamento e desertificazione. Il tema delle marginalità socio-geografiche è serio e non va liquidato frettolosamente.

Dal canto mio garantisco il massimo impegno per assicurare la realizzazione della stazione Hirpinia, attivandomi da subito in tutte le sedi istituzionali e tecniche preposte.

Vertenza IAA, Pallini(M5S): altro importante passo in avanti al MISE

Un altro risultato positivo raggiunto ieri presso il Ministero dello Sviluppo economico. Dopo lo sblocco della vertenza Ipercoop arriva nel tardo pomeriggio la tanto attesa fumata bianca per l’Industria Italiana Autobus.

Sono davvero soddisfatta per l’ottimo lavoro svolto presso il Mise da tutti gli attori scesi in campo per salvare la IIA, a cominciare dai vertici del Dicastero retto da nostro Luigi Di Maio

Dal tavolo tecnico di ieri è emerso chiaro l’interesse di Ferrovie dello Stato, Leonardo ed Invitalia per un nuovo piano industriale di rilancio dell’azienda e per la tutela dei livelli occupazionali.

FS ha confermato la volontà di partecipare attivamente al progetto, come già annunciato nell’incontro dello scorso 13 settembre.

Leonardo ha rappresentato l’intenzione di consolidare la propria partecipazione societaria nell’azienda, manifestando la disponibilità, ove necessario, per un eventuale incremento azionario.

Invitalia, sulla base degli strumenti a sua disposizione, ha ribadito la volontà di perseguire nell’operazione di rilancio della società, garantendo un ruolo proattivo e di coordinamento con Ferrovie dello Stato e Leonardo.

Con l’incontro di ieri, presieduto dal Vice Capo di Gabinetto Giorgio Sorial, sono stati quindi messi in campo tutti quegli strumenti utili in vista della prossima assemblea dei soci di IAA, al fine di proseguire nel percorso di rilancio e di consolidamento della produzione di autobus.

Il Mise, infine, ha chiesto all’azienda di procedere celermente al pagamento degli stipendi di settembre ai lavoratori. A tal proposito si è registrata la disponibilità da parte di Busitalia di procedere in tempi brevi con il pagamento di fatture che dovranno servire a IIA per coprire le spese degli stipendi dei lavoratori.

FCA, Pallini(M5S): presentata interrogazione parlamentare

 

“Mi associo alle preoccupazioni espresse in queste settimane dalla FIOM Cgil in merito al presente e al futuro di Fca di Pratola Serra. Per questo è dalla fine di settembre che sono in contatto con i vertici sindacali e lunedì prossimo sarò presente ai cancelli dello stabilimento per testimoniare non solo la mia vicinanza ai lavoratori ma anche e soprattutto l’interesse a trovare un percorso condiviso che metta sul tavolo problematiche e soluzioni”, così la parlamentare del Movimento 5 Stelle, Maria Pallini.

La capogruppo M5S in Commissione XI Lavoro alla Camera dei Deputati, inoltre, fa sapere di aver depositato, all’inizio di ottobre, un’interrogazione a risposta in Commissione proprio in merito alla crisi produttiva della Fca e ai giusti allarmi che si stanno levando tra gli addetti ai lavori relativi alla decisione di non realizzare più motori diesel che rappresentano il 99,5% della produzione.

“Ad oggi – commenta la portavoce pentastellata – si rincorrono voci su possibili scenari anche di tipo internazionale, che tuttavia potrebbero avere conseguenze negative sul fronte del mantenimento dei livelli occupazionali. E’ necessario chiarire se si punterà sull’ibrido e/o sull’elettrico al fine di adeguare  da subito le tecnologie esistenti in azienda e reinventarsi un modello produttivo”.

“ Condivido dunque – conclude la deputata Pallini – le richieste espresse pubblicamente dalla FIOM Cgil in merito alla necessità non più rinviabile di avviare una seria e lungimirante riflessione sul progetto industriale da costruire, che sia in grado di rilanciare le potenzialità dello stabilimento e che sia un modello alternativo e sostenibile di produzione dei motori. A tal fine ho chiesto al Governo quali iniziative intenda porre in essere per garantire un futuro , attraverso un solido piano di riconversione, allo stabilimento di Pratola Serra e la tutela dei livelli occupazionali”.

Qui il link all’interrogazione: http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=5/00606&ramo=CAMERA&leg=18

Maria Pallini (HD)

 

Vertenza Ipercoop, Pallini(M5S): trovata la soluzione per una vertenza difficile

Come sempre, sono stata al Ministero dello Sviluppo Economico anche ieri mattina insieme ai lavoratori dell’ex Ipercoop di Avellino, impegnati con i sindacati, la proprietà del gruppo e i vertici del Dicastero nel tentare di sbloccare una vertenza difficile che si trascina da diversi mesi.

Ebbene, sono contenta di poter affermare che, al termine del tavolo tecnico, è stato deciso che 87 lavoratori saranno assunti da Az con la formula solidaristica della riduzione dell’orario di lavoro.

Qualcuno degli ex dipendenti sarà trasferito in altra sede Coop, mentre per gli altri sono ancora percorribili le strade che conducono alle incentivazioni all’esodo di 40mila euro lordi o all’autoimprenditoria per la gestione di alcuni punti (ristorazione o vendita pane e pasticceria) all’interno della struttura commerciale avellinese.

Struttura che finalmente potrà riaprire i battenti e che garantirà un futuro occupazionale a chi ha lottato tenacemente in questi mesi a difesa del proprio posto di lavoro.

Un risultato buono – il migliore possibile nelle condizioni iniziali date – rispetto al paventato rischio di licenziamento in massa che avrebbe prodotto altri 133 disoccupati nel capoluogo irpino.