Portavoce alla
Camera dei Deputati
per il Movimento 5 Stelle


Maria Pallini

Partecipa. Scegli. Cambia.

Emergenza CoronaVirus: Pallini(M5S), ognuno faccia la sua parte

Sono convinta che è chiaro a tutti che da oggi fino al 3 Aprile non bisogna uscire di casa se non per comprovate ragioni di lavoro, salute e per acquisti di beni primari, cioè per fare la spesa ( quindi è inutile affollare i supermercati come accaduto nelle grandi città ieri sera, aggiungo: pessimo segnale, per l’ennesima volta si è dimostrato di essere irresponsabili). Dimostriamo per la prima volta di riuscire ad essere responsabili per noi, per i nostri genitori, per i nostri figli e soprattutto per i nostri nonni che sono maggiormente a rischio.
Voglio rivolgermi ai tanti giovani che non vogliono assolutamente comprendere di RESTARE A CASA, fate un danno a voi stessi, non credo che dedicarsi ad una sana lettura, rilassarsi dopo giornate intense di lavoro, guardare un film, trascorrere del tempo con i propri genitori sia così difficile o impossibile, basta poco per far tornare tutto alla quotidianità di sempre.
Non posso più leggere commenti contro un Governo che sta facendo di tutto in una situazione nuova e complicata, prima di commentare e giudicare, guardiamoci dentro e chiediamoci se realmente abbiamo fatto tutto quello che ci stanno chiedendo! Lo so non è facile, IO sto seguendo tutto da vicino e vedo quanto lavoro, quanto amore, quanta dedizione e quanti sacrifici si stanno compiendo per riportare tutto alla normalità.
Ora basta irresponsabili, Ora è il momento di capire che dobbiamo essere uniti e rispettare quelle regole che ci sono state indicate.
Il governo e le singole commissioni parlamentari stanno lavorando affinché si possano avere risorse necessarie a sostenere famiglie e lavoratori in questo momento complicato, infatti domani nell’aula di Montecitorio chiederemo e voteremo lo scostamento dagli obiettivi di bilancio.
Stiamo lavorando per assicurare il congedo straordinario dal lavoro per permettere di assistere chi ha bisogno, un bonus o un voucher per aiutare chi necessariamente deve andare al lavoro e non può badare ai bambini che sono a casa.
Si lavora alla sospensione di alcuni pagamenti (mutui, bollette, tributi), esoneri fiscali e contributivi che andranno incontro alle esigenze di artigiani e singole partite iva.
Un’altra direttrice importante sulla quale si sta muovendo il Governo è quella di estendere la cassa integrazione a tutti i lavoratori, anche a chi lavora nelle aziende sotto i 6 dipendenti, affinché tutti coloro che in questa fase stanno purtroppo perdendo il lavoro o si trovano senza stipendio possano avere il sostegno dello Stato per poter ripartire appena sarà possibile farlo.
Di fondamentale importanza è anche l’utilizzo per i datori di lavoro dello smartworking per i propri dipendenti.
Tante altre misure ancora verranno presentate nel prossimo decreto, ma Vi chiedo una semplice cortesia: dimostriamo a tutti che il popolo italiano è un grande popolo e che nei momenti di difficoltà si unisce e vince a testa alta.

Lascia un commento